29.11.2015: anche a Foggia Marcia per il clima

29.11.2015: anche a Foggia Marcia per il clima

FOGGIA – In vista del vertice sul Clima di Parigi che si svolgerà dal 30 novembre all’11 dicembre 2015, il WWF Foggia aderisce, insieme ad altre organizzazioni della società civile, all’iniziativa PER IL CLIMA E PER L’AMBIENTE organizzata dalla Associazione POPULUS con il patrocinio morale del Comune di Foggia. L’iniziativa si svolgerà in tre momenti.
• Sabato 28 novembre 2015 ore 11 – Sala Rosa Palazzetto dell’arte – Conferenza di Gianni Lannes dal titolo ” Mal’aria: Daunia, rischi e pericoli”

• Domenica 29 novembre 2015 ore 11 – MARCIA GLOBALE PER IL CLIMA con partenza dal piazzale della stazione ferroviaria di Foggia

• Domenica 29 novembre 2015 ore 20,00 ÷ 22,00 Spettacolo musicale a cura dell’associazione JACO – Tratturo Castiglione Villaggio Artigiani

Il vertice sul Clima di Parigi deve essere una nuova tappa del progresso globale dell’umanità, grazie al consolidamento di un modello produttivo ed economico che abbatta drasticamente le emissioni di CO2 e punti all’uso efficiente delle risorse. Bisogna salvaguardare il capitale naturale che ci è stato affidato. Siamo ospiti di questa magnifica Terra a cui dobbiamo dedicare tutta la nostra cura per evitare che la sua febbre salga ancora sopra gli 1,5 gradi centigradi e provochi rischi incalcolabili per la vita e la natura, così come sinora le conosciamo. L’intelligenza e l’ambizione di tutta l’umanità è che i Governi dettino un’agenda di impegni stringenti per contrastare il cambiamento climatico e i fenomeni estremi di cui è responsabile. Proprio da Parigi deve nascere una nuova consapevolezza globale. Il WWF deve essere in prima fila, per riaffermare che proprio quando ci vogliono togliere il presente, si deve preparare un futuro migliore.
Donatella Bianchi – presidente WWF Italia

INFO:
Domenica 29 novembre sarà organizzata in tutto il mondo la Global Climate March (http://peoplesclimate.org/) alla vigilia del Summit internazionale sul clima della COP 21 di Parigi. Oltre che nella capitale francese molti sono gli appuntamenti nelle grandi città del mondo in Europa e in tutti gli altri continenti: Londra, Berlino, Madrid, Amsterdam, Barcellona, e poi San Paolo, Johannesburg, Sydney, Canberra, Kampala, Tokyo, Dhaka, Bogotà.
Le organizzazioni della società civile, con in prima fila il WWF, daranno così un segnale di forte mobilitazione alla vigilia della XXI Conferenza della Parti (COP 21) Convenzione quadro della Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che si svolgerà dal 30 novembre all’11 dicembre 2015. Appuntamento nodale perché i Governi del Pianeta affrontino efficacemente, e con impegni legalmente vincolanti, la necessità di tagliare rapidamente e drasticamente le emissioni di gas serra per evitare gli scenari catastrofici del cambiamento climatico.

La COP 21 di Parigi deve rappresentare il punto di svolta, il passaggio rapido da un economia fondata sui combustibili fossili a una basata sulle fonti rinnovabili e sull’uso efficiente dell’energia e delle risorse. E’ una transizione in atto, probabilmente inarrestabile, ma che va accelerata se vogliamo difendere noi, le nostre vite, le specie animali e vegetali, il Pianeta come lo conosciamo. I governi dovranno assumere impegni coraggiosi e stringenti per rimanere ben al di sotto di un riscaldamento globale di 2°C, anzi occorre far di tutto per rimanere su 1.5°C.
L’accordo di Parigi, secondo il WWF, deve costituire un impegni per mondo ad agire insieme, agire in fretta, agire in modo efficace.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+