Bari, ferrovie: 50 milioni di euro per la Bologna-Lecce

Il presidente del consiglio regionale: “Un segnale ma l’impegno continua”

 

BARI – Sono 50 i milioni di euro nel 2014 per gli interventi sulla dorsale ferroviaria Bologna-Lecce. “Meglio di niente, certamente, ma quello che la Puglia si attende è più di un segnale di attenzione”. E’ il commento del presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna, allo stanziamento contenuto nel disegno di legge di stabilità, d’iniziativa del Governo, approvato dal Senato il 27 novembre. “La buona volontà è apprezzabile, ma è evidente che non basta, vista l’esiguità dei fondi”. Oltre ai 50 milioni di euro, 150 milioni per esercizio, nel 2015 e nel 2016, per “l’avvio immediato di interventi di adeguamento del tracciato e velocizzarne dell’asse ferroviario adriatico”, come si legge nel testo normativo, che prevede anche l’autorizzazione a “contrattualizzare gli interventi nelle more dell’approvazione del contratto di programma-parte investimenti 2012-2016, sottoscritto con Rfo”. Introna fa anche notare che “per eliminare la strozzatura del binario singolo da Lesina a Termoli, servono significativi e più cospicui interventi”.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+