Cagnano, abusivismo edilizio nel Parco: tre indagati

Sono accusati di violazione al testo unico dell’edilizia e deturpamento di bellezze naturali

CAGNANO VARANO – Tre persone sono state iscritte nel registro degli indagati nell’ambito di un blitz del Corpo forestale dello Stato presso le località “Bagno” e “Orti di Tullio”. Gli agenti appartenenti al locale comando stazione forestale, dipendenti dal Cta di Monte Sant’Angelo, hanno sequestrato tre opere abusive per complessivi 300 metri quadrati. I forestali hanno accertato l’edificazione di tre posti di approdo in costruzione da adibire con molta probabilità ad attracco di natanti e imbarcazioni. Il tutto senza titoli concessori, edilizi e paesaggistici. I responsabili sono stati denunciati a piede libero all’autorità giudiziaria per i reati di abuso edilizio su terreni appartenenti al demanio dello Stato, occupazione di demanio marittimo, violazione dei vincoli paesaggistico/ambientali, e per deterioramento di siti particolarmente protetti e deturpamento di bellezze naturali in quanto zone di protezione speciale, siti di importanza comunitari rientranti nel perimetro del Parco nazionale del Gargano. Sotto tutt’ora in corso ulteriori indagini per individuare ulteriori responsabili.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+