Calcio, al Foggia serve una scossa e le pagelle ne risentono

Calcio, al Foggia serve una scossa e le pagelle ne risentono

Il Foggia calcio, allo stato attuale, preoccupa, e non poco, i sostenitori ma anche lo stesso allenatore e la dirigenza. “Serve una scossa, a partire da me”, ha detto ieri l’allenatore Stroppa durante la conferenza stampa. Contro il Cittadella di mister Venturato si sono palesati tutti i limiti dei rossoneri, sia a livello tecnico sia caratteriale. “Se torniamo in C vi facciamo un c..o così”, è il messaggio duro che le tifoserie lanciano. Quasi un terrore per i supporter rossoneri che, dopo diciannove lunghi anni, vedono la loro squadra nel calcio che conta. Un incubo che cercano di scongiurare, facendo la loro parte: non a caso rappresentano il tifo più appassionato e numeroso dell’intera serie B. Sicuramente il mercato di gennaio aiuterà a risolvere delle criticità emerse in tutti i reparti, soprattutto offensivo e difensivo. Ma ora occorre tener duro e crederci.
Le pagelle:
Tarolli 6: può poco sulle tre reti incassate. Grande il suo coraggio, la sua grinta e determinazione.
Gerbo 6: ha spinto molto soprattutto nel primo tempo, meno lucido nella ripresa.
Loiacono 5: la deviazione che manda in gol il Cittadella lo ha penalizzato. Quella di ieri non è stata una delle sue migliori prestazioni.
Martinelli 5: impreciso, non del tutto in partita. Rischia di portare il risultato sul’1 – 4.
Celli 6: risponde presente a tutti i lanci e le fughe, giocando un primo tempo formidabile.
Agnelli 6,5: da buon capitano ha dato l’anima e anche il fisico per la squadra. Corre, sgomita e incoraggia i suoi compagni. Sua la punizione da cui nasce il rigore che realizza magistralmente.
Vacca 5,5: fa qualche errore di troppo, che comunque riesce a tamponare.
Agazzi 5,5: non ha speso al meglio le sue qualità, soprattutto di incursore. Sicuramente ha corso più di tutti.
Fedato 5: non ha avuto continuità nella prestazione, a tratti sembrava sfiduciato. Viene sostituito al 17’st da Chiricò s.v.: Stroppa lo ha definito “impresentabile”.
Beretta 5,5: encomiabile l’impegno ma poca concretezza in fase di realizzazione.
Calderini 4,5: fischiatissimo dagli spalti al momento del cambio, ha fatto una serie di errori clamorosi in fase offensiva. Sostituito al 17’st da Floriano s.v.: si mostra in buone condizioni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+