Calcio, le pagelle della splendida vittoria del Foggia a Palermo

Calcio, le pagelle della splendida vittoria del Foggia a Palermo

Foggia – Un grandissimo Foggia riesce nell’impresa di battere il favorito Palermo in casa, allo stadio “Barbera”. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, il Foggia scende in campo nella ripresa determinato. Non ha accusato il colpo del vantaggio su rigore messo a segno dai padroni di casa e ha continuato ad attaccare. Un pò di fortuna ha voluto che, anche questa volta, giocasse alcuni minuti in superiorità numerica. Ecco arrivare prima il gol del pareggio e, dopo pochi minuti, il sorpasso per un definitivo 1-2 finale. Grandissima l’esultanza della panchina dopo le due reti messe a segno. Stroppa festeggia con Nember. E ora, dopo tre vittorie consecutive, il Foggia inizia a crederci con maggior vigore alla possibilità di centrare l’obiettivo salvezza. La classifica lo vede al 13esimo posto con 31 punti. Ma le carte in tavola ci sono tutte per giocarsi la permanenza e, forse, qualcosa di più. Intanto è intervenuto, con queste parole, il mister rossonero Stroppa ai microfoni di Skysport: “Con l’uomo in più abbiamo tenuto meglio il campo. Sotto di 1-0, con quel rigore, è chiaro che avevamo la volontà di raggiungerli e ribaltarla. Mi è piaciuto il coraggio della squadra nel creare opportunità e occasioni. La differenza la fanno i giocatori. Duhamel? Sembra Hubner come movimenti, mi ricorda lui. Non è comunque ancora quello che potrebbe essere, e questo ci fa ben sperare. Non si allenava da un mese e appena arrivato ha fatto fatica. Non è abituato a certi allenamenti, però è migliorato molto. Il primo tempo non avevamo forse la personalità giusta, ma il Palermo è una squadra molto fisica e ha qualità nei singoli. La nostra volontà era quella di fare più densità e cercare di coprire gli spazi. Siamo stati meno bravi nel ripartire, meglio nel secondo tempo. Bisogna saper soffrire su questi campi, non è semplice portare via punti da qui. Sulla classifica c’è rammarico. Anche quando eravamo più sotto, era strano riuscire ad imporci contro tutti ma raccogliere pochissimo. Abbiamo sempre cercato di giocare ed è più o meno andata così sempre, anche allo Zaccheria abbiamo sempre imposto il nostro gioco”.
Il tabellino:
PALERMO (3-5-2): Posavec; Dawidowicz, Bellusci, Szyminski; Rolando, Gnahoré, Jajalo, Coronado, Aleesami; Moreo (dal 28′ st Chochev), Nestorovski.
FOGGIA (3-5-2): Guarna; Tonucci, Camporese, Loiacono; Gerbo, Deli (dal 43′ st Zambelli), Agnelli, Greco (dal 28′ st Scaglia), Kragl; Nicastro (dal 29′ st Duhamel), Mazzeo.
Reti: al 19′ st Nestorovski (rig) (P), al 32′ st Duhamel (F), al 39′ st Kragl (F).
Ammonizioni: Greco (F), Loiacono (F).
Espulsioni: Coronado (P).
Le pagelle:
Guarna 7: attento nelle uscite e preciso nei rilanci con il piede.
Loiacono 6,5: puntuale su tutti gli interventi, peccato per quel fallo di mano che regala il rigore.
Camporese 7,5: praticamente una sicurezza in difesa.
Tonucci 7,5: ottima azione difensiva e buoni spunti in zona d’attacco.
Greco 6,5: buona prestazione, nella ripresa sfiora il gol. Peccato per il giallo.
Agnelli 7: grande prestazione, nel primo tempo va vicino al gol con un tiro dal limite.
Deli 7: buona la sua gara, salta spesso l’avversario, anche se conclude ancora poco in porta.
Gerbo 7: buona la sua partita, riesce a dare numerosi problemi alla difesa avversaria.
Kragl 8,5: ottimo in tutta la partita, come perfetto e potente il suo tiro/gol.
Nicastro 7: buona la sua prestazione in avanti, esce stremato.
Mazzeo 7,5: corre sul tutto il fronte d’attacco rossonero e fa ottimi passaggi fornendo anche l’assist per il primo gol.
Scaglia 6,5: è stato in campo poco più di venti minuti ma entra subito in gara.
Duhamel 8: un pallone toccato e un gol. Ottima prestazione.
Zambelli s.v.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+