Calcio, Stroppa: “difenderò sempre e comunque la mia squadra”

Calcio, Stroppa: “difenderò sempre e comunque la mia squadra”

Foggia – “Difenderò sempre e comunque la mia squadra”, sono queste le prime dichiarazioni del tecnico rossonero Giovanni Stroppa, dopo la dura sconfitta in casa con il Cittadella. Un risultato pesante per i padroni di casa, duramente contestati dai tifosi dopo la partita. Il tecnico non boccia la prestazione dei suoi anche se ammette la mancanza di carattere e l’eccessiva ingenuità in alcune fasi della partita. Ora la situazione in classifica si fa pesante, il Foggia è praticamente in zona play out. Intanto il Cittadella è salito momentaneamente in quarta posizione. La vittoria tanto attesa allo Zaccheria manca dal 13 ottobre scorso, con il Perugia. Sette punti in otto partite interne, questo il bilancio sino ad oggi. Troppi errori e limiti caratteriali per una squadra che è riuscita a beccare il 2 a 1 due minuti dopo aver raggiunto la parità. Una sconfitta che arriva proprio nel giorno in cui in tribuna stampa si sono presentati per la prima volta Raffaello Follieri e padre, che presto potrebbero entrare in società, per conto di un gruppo arabo, rilevando il 49% delle quote societarie dei Sannella. E in attesa del possibile sodalizio natalizio, segnaliamo la fine dei lavori di adeguamento della curva nord, che portano lo Zaccheria ad una capienza massima di diciotto mila spettatori. Il primo tempo è stato grigio come il cielo che ha accolto le due compagini in campo. Infatti nessuna delle due squadre eccelle nei primi minuti, sino al gol del vantaggio degli ospiti e il successivo pareggio, su un rigore realizzato da Agnelli, con la pronta risposta del Cittadella. Stroppa manda in campo quelli che può, costretto a numerose assenze forzate. Il Foggia va negli spogliatoi in svantaggio, pur non meritandolo. Nel secondo tempo la tanto desiderata reazione non si vede. E al Cittadella basta una palla per sigillare i tre punti. Dagli spalti cominciano ad arrivare i fischi, soprattutto contro Calderini. Nel finale di partita la squadra lascia il campo senza il consueto saluto ai tifosi.

Il tabellino:

FOGGIA (4-3-3) Tarolli; Gerbo, Loiacono, Martinelli, Celli; Agnelli, Vacca, Agazzi; Fedato (17’st Chiricò), Beretta, Calderini (17’st Floriano).

CITTADELLA (4-3-1-2) Alfonso; Salvi, Scaglia, Varnier, Benedetti (20’st Pelagatti); Schenetti, Iori, Pasa (35’st Bartolomei); Chiaretti (27’st Settembrini); Kouamè, Litteri.

Arbitro: Minelli di Varese

Marcatori: 30’pt Schenetti (CI), 38’pt rig. Agnelli (F), 40’pt Litteri (F), 16’st Kouamè (CI)

Ammoniti: Litteri (CI), Gerbo (F), Varnier (CI)