Calcio, Stroppa è fiducioso per la trasferta del Foggia a Salerno

Calcio, Stroppa è fiducioso per la trasferta del Foggia a Salerno

Foggia – Si disputerà domani la gara, valida per la 20esima giornata del campionato di serie B, tra Salernitana e Foggia. Il fischio d’inizio, del Sig. Valerio Marini della sezione di Roma1, è previsto alle 20:30 presso lo stadio “Arechi” di Salerno. I precedenti giocati in Campania tra Salernitana e Foggia sono ventuno. Il bilancio parla di 13 vittorie granata, 6 pareggi e due successi pugliesi. La prima sfida tra le due squadre risale alla stagione 1936/1937 mentre l’ultimo confronto alla stagione 2014/2015. Il Foggia non vince a Salerno da 31 anni. Alla vigilia della trasferta campana è intervenuto il tecnico rossonero Stroppa. In riferimento alla scorsa gara afferma: “Di sicuro la reazione avuta contro il Venezia è quella che mi porto dentro, è una fotografia diversa da quella delle ultime partite, la squadra ci ha creduto e ha avuto una reazione eccellente, con quel carattere che ci contraddistingue. Non abbiamo mai tirato i remi in barca e il gol di Beretta ha dato quella forza, quel coraggio di crederci. A volte queste particolari partite sporche ti permettono di portare a casa il risultato”. Sulla prossima partita ha detto: “Alla gara di Salerno ci arriviamo bene, la squadra ha lavorato benissimo in settimana, Camporese è recuperato mentre Mazzeo, Nicastro, Guarna ed Empereur sono ancora fuori. Dobbiamo mettere in campo il temperamento e solo così andrà bene. La Salernitana è una squadra difficile da affrontare, ha anche cambiato allenatore, ma noi siamo pronti a dare battaglia”. Ritornando sulle contestazioni dello Zaccheria contro di lui sottolinea: “Il mio stato d’animo è buono, ci ero rimasto male, non credo di meritare questo, credo che si tratti piuttosto di qualcuno che è corrotto a livello di sentimenti personali, e non penso che un paio di persone al megafono possano influenzare l’intera tifoseria”. Infine, in riferimento al modulo che utilizzerà per la gara di domani dice: “Non so ancora, ma non è il modulo che fa la differenza”. La probabile formazione che scenderà in campo, considerando l’ormai collaudato 4-3-3, potrebbe vedere Tarolli tra i pali; Camporese, Coletti, Loiacono e Martinelli in difesa; Agazzi, Vacca e Agnelli a centrocampo; mentre in attacco Floriano, Beretta e Fedato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+