Candela, “vertenza Gruppo Ciccolella”: azienda condannata a pagare gli operai

Licenziamento illegittimo, soddisfazione della Flai Cgil di Capitanata

 

 sentenza

CANDELA – Pagare ad ogni operaio 17 mensilità a seguito di un licenziamento viziato dal mancato rispetto delle procedure 223/91. Soddisfazione della Flai Cgil di Capitanata per l’esito della vertenza che ha contrapposto diversi lavoratori, circa il 15% dei licenziati, alla cg partecipazioni del Gruppo Ciccolella. L’azienda, presente con un suo sito produttivo nell’area di Candela, è stata condannata dal giudice del lavoro del Tribunale di Foggia. Licenziamento illegittimo 35 operai. “Il giudice ci ha dato piena ragione – afferma Daniele Calamita, segretario generale Flai – circa l’illegittimità  del licenziamento. Purtroppo gli operai del Gruppo Ciccolella pagano gli effetti negativi della legge 92/2012,  che invece del reintegro nel posto di lavoro prevede un risarcimento danni. Una norma profondamente ingiusta”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+