Carpino, due giorni per imparare l’arte degli antichi dolci natalizi

Carpino, due giorni per imparare l’arte degli antichi dolci natalizi

Carpino – Gusto e tradizione le parole chiave alla base del corso di dolci tradizionali proposto a Carpino nelle giornate del 9 e del 21 dicembre.
Protagonisti saranno pupurati, struffoli, calzoncelli e cartellate, rigorosamente ricoperte da mandorle e abbondante vincotto di fichi.
“Sin da piccola restavo incantata innanzi alla passione e all’amore mia nonna metteva nel creare in cucina, soprattutto quando si trattava di dolci – afferma la giovane titolare dell’agriturismo Biorussi, Maria Giulia Russi. – Crescendo ho iniziato ad aiutarla, ad apprendere, a innamorarmi e a capire che non si trattava di semplici dolci, ma di arte e magia. Oggi seguo ancora le sue ricette e porto con me i suoi segreti…oggi è lei ad osservarmi con orgoglio. Ecco, con questa iniziativa vorrei divulgare quest’arte soprattutto tra i giovani, affinché nulla vada perduto.”
La tradizione dolciaria del Gargano dà il meglio di sé nelle festività natalizie e può essere un punto di forza della cucina del nostro territorio, ecco perché è importante diffondere questa tradizione con il corso che quest’anno viene riproposto per la seconda volta dopo l’ottimo riscontro del 2016.
Sin dalla nascita Biorussi, una delle prime realtà agrituristiche della zona, crede fortemente nel rapporto tra turismo e territorio facendo di questo una delle ricette vincenti di questa realtà di Carpino a gestione familiare, impegnata soprattutto nella produzione di olio extravergine di oliva.
Il programma delle due giornate consiste in momenti pratici dove sarà possibile apprendere o approfondire i passaggi della preparazione dei dolci del Gargano grazie alle spiegazioni e alle dimostrazioni di Maria Giulia. A fine esperienza saranno consegnati un attestato e un piccolo ricordo.
Informazioni e iscrizioni al 3477951255

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+