Celenza Valfortore, sulla carta d’identità la scelta per donare gli organi

Celenza Valfortore, sulla carta d’identità la scelta per donare gli organi

CELENZA VALFORTORE – Da giugno scorso presso il Comune di Celenza Valfortore è possibile indicare sulla carta d’ identità la volontà di donare  organi e tessuti.

La giunta comunale, con l’approvazione di specifica delibera, ha aderito al progetto Carta d’identità-Donazione Organi predisposto dal Ministero della salute e dal Ministero dell’interno. In Puglia, secondo il Sit (Sitema Informativo Trapianti) sono trentacinque i comuni che, ad oggi, hanno aderito, dieci della provincia di Foggia, sette sono piccoli comuni, tra cui Celenza Valfortore.

All’atto di rinnovo o di primo rilascio del documento di identità, compilando un semplice modulo, ogni cittadino può esprime la propria volontà o anche il diniego a donare gli organi. A Celenza, in soli sei mesi dall’attivazione del servizio ben 28 cittadini hanno dato il loro assenso alla donazione di organi, mentre 7 sono stati i dinieghi.

“Per l’attivazione del servizio, come previsto dalle linee guida – sottolinea il sindaco – si è provveduto all’adeguamento del sistema informatico e alla formazione del personale dell’ufficio anagrafe da parte del Centro regionale trapianti presso il Policlinico di Bari”.

E’ possibile modificare la proprio status di donatore presso il Comune, in occasione del rinnovo della carta d’identità, ed in ogni altro momento presso l’Asl, gli ambulatori dei medici di base, il Centro regionale trapianti, l’Aido.

“La donazione degli organi è un atto di straordinaria generosità e grande valore civile. Un atto di solidarietà nei confronti di chi ha bisogno, di chi nel trapianto trova l’unica soluzione possibile alla guarigione da una grave patologia – rileva il sindaco Massimo Venditti.  La Puglia – aggiunge Venditti – è tra le regioni con il più alto numero di donatori, orgogliosi di esserne parte”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+