Cerignola al setaccio: 7 arresti

Tre sono minorenni, operazione a largo raggio dei carabinieri

 

CERIGNOLA – Ancora una raffica di arresti a Cerignola ad opera dei carabinieri: ben sette. Per spaccio di droga, in distinte operazioni, sono state arrestate quattro persone, tra loro anche due baby pusher. Antonio Carbone, 21enne del luogo, aveva nella sua abitazione due involucri con all’interno complessivamente 30 grammi di cocaina e vario materiale per il confezionamento della droga. Il giovane ha beneficiato dei domiciliari.
Corrado Iacovone, 20enne del luogo, fermato nei pressi di via Canosa, è stato trovato in possesso di tre dosi già confezionate, per complessivi grammi 1 di cocaina, una dose di grammi 0,5 circa di hashish e la somma contante di 60 euro. A casa sono state rinvenute ulteriori 9 dosi, per complessivi grammi 2,5 circa di cocaina e vario materiale per il confezionamento della droga. Anche Iacovone ha beneficiato dei domiciliari.
Due minorenni, di 15 e 17 anni, infine,
sono stati sorpresi nei pressi di viale XXIV maggio a cedere sostanza stupefacente a dei “clienti”, che sono riusciti a dileguarsi al momento dell’arrivo dei carabinieri. I due sono stati trovati in possesso di 5 dosi, per complessivi grammi 10 di hashish, 9 dosi, per complessivi grammi 2 di cocaina e 6 dosi, per complessivi grammi 9 di marijuana e la somma contante di 220 euro. I due minori dopo le formalità di rito sono stati trasferiti presso l’Istituto minorile “Fornelli” di Bari, su disposizione della Procura presso il Tribunale dei minorenni di Bari.
Una 15enne è stata arrestata in flagranza per furto in abitazione. Il baby topo è stato sorpreso nei pressi di via Monte Fumaiolo: aveva oggetti in oro, risultati rubati poco prima da un’abitazione di un pensionato sita vicino al punto in cui è stata fermata. Anche la 15enne è stata trasferita presso l’Istituto minorile “Fornelli” di Bari, su disposizione della Procura presso il Tribunale dei minorenni di Bari.
Michele Colucci, 45enne, è stato arrestato per evasione. L’uomo ha riottenuto la stessa misura restrittiva.

Crescenzo Costanzo, 26enne, è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso in data30 agosto 2013, dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verbania dovendo espiare la pena residua di giorni 20 di reclusione, per lesioni e danneggiamento commesso in data 12.01.2011 nel comune di Verbania. Il giovane è stato posto ai domiciliari.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+