Cerignola, botte alla convivente: arrestato

L’uomo già nel febbraio 2010 era stato arrestato per il tentato omicidio della donna

 vasileborhidan

CERIGNOLA – Già nel febbraio 2010 era stato arrestato per il tentato omicidio della sua convivente che, nella circostanza, era stata raggiunta da 15 coltellate, riuscendo a sopravvivere solo per puro miracolo. Per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali i carabinieri hanno arrestato Vasile Borhidan, 34enne rumeno, accusato di aver selvaggiamente picchiato la convivente, sua connazionale. La donna ha subito lesioni personali medicate presso il pronto Soccorso dell’Ospedale di Cerignola e giudicate guaribili in 15 giorni. Quando il 34enne è stato arrestato per tentato omicidio, è rimasto detenuto fino al mese di ottobre 2012 e la donna, solo per dispiacere verso l’uomo che era comunque il padre di sua figlia di anni 5, ha deciso di tornare a vivere con lui ma, da quel momento, per lei è iniziato un nuovo calvario. L’uomo oltre a non lavorare e a pretendere di essere mantenuto dalla donna, tornava spesso a casa ubriaco e, in prede ai fumi dell’alcool, non perdeva occasione per picchiare la povera vittima.

 

 

    

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+