Cerignola, controllo del territorio: due arresti e tre denunce

Cerignola, controllo del territorio: due arresti e tre denunce

CERIGNOLA – Nei giorni scorsi i carabinieri hanno effettuato un servizio a largo raggio nel territorio, con particolare attenzione ai comuni di Cerignola e Stornara. Nel corso del servizio sono state controllate 80 persone, 35 autoveicoli, sono state effettuate decine di perquisizioni personali, veicolare e domiciliari e sono state elevate cinque sanzioni amministrative per trasgressioni al codice della strada. Il bilancio dell’operazione è stato di due arresti, tre denunce, e cinque persone segnalate alla prefettura di Foggia per uso di stupefacenti.
In particolare, il primo a finire in manette è stato Alessandro Russo (1996), a cui il giudice ha revocato il beneficio dei domiciliari dopo che i carabinieri lo avevano denunciato per esserne evaso. La misura gli è stata notificata presso la casa circondariale di Foggia, dove Russo era già stato recluso a seguito del suo arresto in flagranza proprio per l’evasione.

I carabinieri hanno arrestato Francesco Viola (1946) per furto aggravato. I militari, intervenuti presso l’abitazione di Viola in seguito ad una lite familiare, hanno constatato l’esistenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

I militari, poi, hanno denunciato in stato di libertà G.T. (1993), poiché, a seguito di perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto sei centraline di provenienza furtiva, generalmente utilizzate per perpetrare furti di auto.

I carabinieri hanno deferito in stato di libertà D.G. (1988) e C.G. (1989), rispettivamente di Stornara e di Stornarella. I militari, durante un controllo presso un autoparco di Stornara, hanno trovato una Lancia Delta di provenienza furtiva, che poi è stata restituita alla legittima proprietaria. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che D.G. e C.G. sono stati riconosciuti come coloro che l’avevano portata, venendo pertanto denunciati per ricettazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display