Cerignola, in un capannone detersivi rubati a Bologna: due arresti

Cerignola, in un capannone detersivi rubati a Bologna: due arresti

CERIGNOLA – La notte del 14 novembre 2015, in provincia di Bologna, ignoti si erano introdotti in un capannone industriale, impossessandosi di 37 bancali di detersivi per un valore complessivo di circa 80.000 euro.
Poche ore dopo, nel pomeriggio della stessa giornata, i carabinieri dopo varie perquisizioni locali, avevano rinvenuto la merce nel box di un autoparco. L’intera refurtiva era stata immediatamente restituita ai legittimi proprietari, e i militari hanno avviato gli accertamenti necessari a scoprire l’identità degli autori del furto, o comunque di coloro che avrebbero dovuto ricettare la merce.
A distanza di quasi un anno e mezzo, il Gip di Foggia, concordando con le risultanze investigative dei militari operanti, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari per Mastropietro Matteo, classe 1966, e Lupano Luigi, classe 1967, il secondo già agli arresti domiciliari per altri reati.
In particolare, è stato accertato che subito dopo il furto la merce era giunta subito a Cerignola e riposta in un box, così da tenerla al riparo da occhi indiscreti, con la finalità di rivenderla a vari negozi di articoli per la casa di tutto il nord barese.
I due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari e dovranno rispondere di concorso in ricettazione.

In riferimento all’articolo apparso su Daunianews e su altre testate giornalistiche, il sig. Mastropietro precisa di “non essere pregiudicato” così come riportato nella nota diffusa dai carabinieri. Ne prendiamo atto ribadendo che si tratta di una fonte istituzionale peraltro ripresa anche da altri organi di informazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display