Cerignola, tenta di uccidere la moglie: arrestato 56enne

Cerignola, tenta di uccidere la moglie: arrestato 56enne

CERIGNOLA – Non appena passata la mezzanotte, il 112 è stato contattato da una donna che, in preda al panico, ha chiesto l’immediato intervento dei carabinieri sostenendo che il marito volesse ucciderla. Non appena una pattuglia si è recata nel rione “Torricelli”, i carabinieri hanno riscontrato un episodio sconcertante: davanti al palazzo dove la donna ha chiesto l’intervento i militari hanno visto un cucciolo di pit bull privo di vita in una pozza di sangue. I carabinieri, comprendendo la gravità della situazione, hanno raggiunto di corsa l’appartamento indicato dalla donna ove il marito, che si era accorto dell’arrivo degli uomini dell’Arma, si è nascosto. I militari sono riusciti ad aprire la porta di casa forzandone la serratura e, dopo una colluttazione con l’aggressore, l’hanno bloccato e condotto in caserma per gli accertamenti del caso. Durante le prime indagini si è appurato che l’uomo, infastidito dal cane di sole poche settimane, lo avrebbe scaraventato dalla finestra del proprio appartamento posto al sesto piano dello stabile, per poi tentare di fare lo stesso con la moglie, la quale, appena rientrata a casa e accortasi di quanto accaduto, ha iniziato a piangere. Successivamente grazie alla testimonianza di alcuni vicini di casa, è stato accertato che per mesi dall’appartamento si sentivano grida e litigi, dovuti al marito che, per ogni banalità, aggrediva fisicamente e psicologicamente la moglie e i figli.
Il responsabile, R. G. classe 1960, con precedenti penali per rapina, è stato tratto in arresto per il reato di maltrattamento familiare, resistenza a pubblico ufficiale. Tutt’ora è associato presso la casa circondariale di Foggia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display