Cerignola, una cabina di regia per combattere il fenomeno della dispersione scolastica

Cerignola, una cabina di regia per combattere il fenomeno della dispersione scolastica

CERIGNOLA – Per combattere il fenomeno della dispersione scolastica l’Assessorato alle Politiche Sociali propone una cabina di regia finalizzata al monitoraggio e al contenimento del fenomeno stesso. “Plaudo alla ritrovata volontà di taluni autorevoli rappresentanti del mondo della scuola di partecipare fattivamente alle attività che questa Amministrazione ha messo e continua a mettere in campo su questo fronte, a partire dalla costituzione già nei prossimi giorni di una cabina di regia finalizzata a monitorare e contenere il fenomeno”, dichiara l’assessore alle Politiche Sociali Pezzano che prosegue: “Si tratta di un appuntamento programmato da tempo, per il quale già oggi l’Assessorato invierà le debite convocazioni agli interlocutori interessati, ai dirigenti scolastici, al Vescovo monsignor Luigi Renna e agli operatori dei due centri sociali “Don Antonio Paladino” e “Padre Pio”, al fine di costituire ufficialmente la succitata Cabina di Regia e iniziare a programmarne le attività”. 

Quattro i temi sensibili che l’Assessorato si prefigge di portare al tavolo e che necessitano di interventi di maggiore incisività: dispersione scolastica, dipendenze patologiche, violenza sulle donne, bullismo.

Poi Pezzano conclude, sottolineando la necessità di fare rete per affrontare e trovare soluzioni a problematiche così complesse : “Su questo ci confronteremo e lavoreremo nei prossimi mesi  in sinergia, consapevoli dell’importanza che assurge il lavoro di rete, di comunità. Un principio del quale sono fermamente convinto e che ha sempre caratterizzato la mia attività di governo. Fenomeni così complessi e sfaccettati necessitano, infatti, delle energie e dell’impegno fattivo di tutti, ciascuno per la propria parte di competenza. Questa Amministrazione ha fatto e continuerà a fare la sua, mettendo in campo ogni strumento utile al raggiungimento degli obiettivi individuati”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+