Cerignola, violenza sessuale e tentata estorsione: arrestati due rumeni

La vittima è la moglie di un connazionale, sorpresi in località “Borgo Tressanti”

 

 violenzasessuale

 

CERIGNOLA – Sono stati sorpresi mentre stavano costringendo, in località “Borgo Tressanti”, la moglie di un loro connazionale a subire atti sessuali.  Con l’accusa di violenza sessuale e tentata estorsione in concorso, i carabinieri di Cerignola hanno arrestato Stefan Liviu Lapadat, 19enne e Daniel Ionel Bala, 32enne, entrambi rumeni. L’intervento dei militari è stato provvidenziale anche se i carabinieri sono stati costretti a strappare letteralmente la vittima dalle mani dei due rumeni. Gli indagati avevano picchiato e minacciato il convivente della vittima affinché convincesse la propria compagna a concedere loro prestazioni sessuali. Al rifiuto hanno deciso di prendere con la forza quello che non erano riusciti ad ottenere con le minacce e la violenza. I due volevano consumare la violenza sessuale in mezzo alla strada. Per lo spavento la vittima non è riuscita a parlare per diverse ore. In stato di shock, è stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale “Tatarella”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+