Foggia, al via il progetto “lavori in chiostro” finanziato dal Mibact

Foggia, al via il progetto “lavori in chiostro” finanziato dal Mibact
FOGGIA – Si terrà sabato 23 settembre, presso il chiostro di santa Chiara, alle 11.30, la conferenza stampa di presentazione del progetto “Lavori IN-CHIOSTRO”, finanziato dal Mibact con il bando “scuola: spazio aperto alla cultura”.
Il progetto è un’ importante iniziativa culturale che offre la possibilità di collegare il mondo delle istituzioni culturali  con tutti i cittadini e le scuole. L’attività progettuale, ideata e realizzata dall’istituto comprensivo Santa Chiara con la fattiva collaborazione della società promodaunia, ha il patrocinio e supporto dell soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio della province di Foggia e Bat, della Regione Puglia – (assessorato all’industria turistica e culturale), del comune di Foggia (assessorato alla cultura), e infine dell’archivio di stato Mibact.
E’ necessario sottolineare l’importanza didattica del progetto “Lavori in Chiostro ”al quale va il merito di valorizzare il patrimonio culturale e artistico del territorio e offrire l’occasione di poterne fruire in modo accattivante. Inoltre va ricordato che il progetto è arrivato al 10 posto su soli 30 progetti  finanziati e su più di 200 presentati in tutta Italia per il bando del Mibact Scuola spazio aperto alla cultura. 

L’attività progettuale partirà il 30 settembre presso il Chiostro di Santa Chiara in via Arpi e avrà termine a metà dicembre, si suddividerà in due parti principali: nella prima  sarà allestito presso il Chiostro di Santa Chiara un grande laboratorio a cielo aperto con strutture mobili rimovibili che trasformeranno il luogo  in una vera e propria agorà della cultura aperta in orario extrascolastico per oltre due mesi il sabato e la domenica pomeriggio. Presso il chiostro nei weekend si realizzeranno percorsi laboratoriali esperenziali per tutti i bambini alla scoperta di tantissimi materiali diversi come foglie, sabbia, argille, inchiostro, carta e colori. La seconda parte si svolgerà invece presso le strutture culturali della città: Moca (Museum of Children Art) allestito all’interno dell’Istituto Comprensivo Santa Chiara, la biblioteca Magna Capitana, l’archivio di Stato, il museo civico, la pinacoteca d’arte contemporanea il 900, il museo di storia naturale, il museo del territorio e la galleria d’arte moderna e contemporanea di Palazzo Dogana. 
Infine, nel chiostro verranno distribuite le mappe speciali che guideranno i cittadini nei tre mesi successivi, alla scoperta degli istituti culturali della città dove i partecipanti potranno effettuare visita e attività di laboratorio. Tutte le attività sono gratuite.
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+