Foggia, allarme prostitute

Anche nelle zone centrali della città, denuncia del movimento “Nuova Voce”

FOGGIA – Di male in peggio. Il movimento “Nuova Voce” denuncia un nuovo caso di “squallore e il degrado che ormai è al limite della sopportazione, in questa città le cose invece di migliorare peggiorano sempre più. Questa volta i cittadini si sono lamentati per la presenza costante, in più zone della città, delle “Signore della Strada”, le cosiddette lucciole o prostitute”. Tante le segnalazioni. “Oltre a provenire in zone come quelle vicino al cimitero, viale Manfredonia – evidenzia Alfonso Fiore, presidente del movimento “Nuova Voce –  provengono anche dal viale della stazione, via Galiani, via Scillitani e, di recente, vicino la banca Unicredit a piazza Giordano”. E’ inaccettabile che si faccia finta di non vedere per non voler porre rimedio a queste spiacevoli situazioni” I controlli? “Evidentemente le “signore della strada” sanno bene come e quando uscire allo scoperto. Questa volta ci rivolgiamo non solo al Comune di Foggia ma anche al prefetto. Vogliamo una risposta in tempi brevi e una soluzione immediata più per le famiglie e per i loro bambini”, la situazione ormai e arrivata al limite della sopportazione”.

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+