Foggia, allontanato dalla casa familiare per maltrattamenti nei confronti di genitori e sorella

Foggia, allontanato dalla casa familiare per maltrattamenti nei confronti di genitori e sorella

FOGGIA – Nell’ambito di una attività investigativa, la polizia ha eseguito un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare nei confronti di M.V.A. (1989) per il reato di maltrattamento nei confronti dei propri genitori e della sorella.
I fatti hanno avuto inizio nel settembre dell’anno 2016 quando i genitori denunciato gli episodi di maltrattamento del figlio, il quale in più occasioni li aveva minacciati di fare loro del male, utilizzando un linguaggio scurrile nei loro confronti ogni volta che veniva ripreso per i suoi atteggiamenti poco educati all’interno del nucleo familiare.
In particolare in una occasione M.V.A. dopo essere stato rimproverato dalla madre per i suoi comportamenti, la aggrediva e la spingeva giù per le scale causandole delle lesioni. Nella stessa circostanza adottava un atteggiamento ostile verso il padre che cercava di difendere la moglie e disposto a denunciarlo e quindi a fargli ritirare il porto d’armi in modo che lo stesso, guardia giurata, venisse licenziato.
L’insostenibile situazione familiare così come delineata dalla squadra Mobile ha permesso all’autorità giudiziaria di emettere il provvedimento di allontanamento nei confronti di M.V.A.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display