Foggia, arrestati ladri in trasferta

Sono due sorelle e lo zio, svaligiavano i centri commerciali di Rimini e Pesaro

 pompa1

 

pompa2

pompa3

FOGGIA – Hanno fatto razzia nei centri commerciali di Rimini e Pesaro. Li hanno scoperti i carabinieri di Foggia e Pesaro che, in applicazione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip presso il Tribunale di Pesaro, hanno arrestato le sorelle Raffaella e Elena, rispettivamente di 24 e 32 anni e lo zio Salvatore Pompa, 48enne. Le indagini hanno accertato che gli arrestati, il 20 aprile scorso, erano partiti da Foggia all’alba e si erano diretti, insieme ad altre due donne loro parenti, in Emilia Romagna, dove ove all’interno dei centri commerciali “Le Befane e “I Malatesta” di Rimini, avevano rubato mercanzia varia per un valore di oltre 4mila euro. Sempre nella stessa giornata, si erano fermati anche a Pesaro dove, all’interno del centro commerciale “Iper Rossini”, avevano rubato altri cosmetici per un valore di oltre mille euro. Ma in quest’ultima irruzione, due dipendenti, addetti alla vigilanza, li hanno scoperti. Le indagini finalizzate all’identificazione dei restanti tre componenti della “banda” criminale in trasferta sono partite dall’identità delle due indagate, accertando che le stesse vivevano a Foggia.
Le sorelle Pompa erano già sottoposte dal 10 aprile scorso alla misura coercitiva dell’obbligo di dimora a Foggia disposta nell’ambito di altro procedimento penale per analoghi reati. Più complessa l’identificazione dell’ultimo indagato. In occasione dell’arresto in flagranza, erano stati sequestrati i telefonini delle due donne. Tutti e tre hanno precedenti per furto. Ora si trovano nel carcere di Foggia.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+