Foggia, Asl: saranno incrementati in provincia i punti di primo intervento

Foggia, Asl: saranno incrementati in provincia i punti di primo intervento

FOGGIA – Il direttore generale dell’Azienda sanitaria locale di Capitanata Vito Piazzolla invita ad evitare inutili allsrmusmi, precisando che “nessun Punto di primo intervento della Asl Foggia sarà chiuso, al contrario il numero dei Ppi salirà da cinque a sette”.

“Parla chiaro – chiarisce Piazzolla – il Documento di riorganizzazione della Rete dell’emergenza urgenza della Regione Puglia che trasforma i Ppi in Punti di primo intervento territoriali (Ppit), direttamente gestiti dal Sistema 118. Una trasformazione resa necessaria dalla riconversione di strutture ospedaliere in strutture territoriali e che, per la Provincia di Foggia, prevede un aumento delle postazioni”.

“Obiettivo della riorganizzazione – prosegue Piazzolla – è trasferire alle cure primarie di competenza distrettuale le patologie a bassa gravità e che non richiedono trattamento ospedaliero. I Punti di primo intervento territoriale disporranno di competenze cliniche e strumentali adeguate a fronteggiare e stabilizzare temporaneamente le emergenze fino alla loro attribuzione al Pronto Soccorso dell’ospedale di riferimento. La loro attivazione – conclude il direttore generale Asl Capitanata – permetterà una razionalizzazione della rete dei Pronto Soccorso, attraverso la riconversione di strutture non in grado di mantenere standard elevati di sicurezza delle prestazioni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+