Foggia, bancarotta fraudolenta: arrestato

E’ accusato di aver portato al dissesto l’azienda per un passivo di oltre 37 milioni di euro

 gdf1

 

FOGGIA – Avrebbe, in maniera preordinata, attraverso la simulazione di un’operazione di scissione d’azienda, condotto la società amministrata verso uno stato d’insolvenza allo scopo di non versare all’erario le somme dovute per imposte sui redditi, Iva e contributi previdenziali per complessivi 37 milioni di euro. I finanzieri del comando provinciale di Foggia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Bari, nei confronti di Matteo Vigilante, 53enne, originario di Foggia, amministratore di una società di vigilanza privata. L’uomo è accusato di bancarotta fraudolenta.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+