Foggia, blitz “Età moderna”: i nomi degli arrestati

Undici le persone finite in carcere, 6 ai domiciliari e 9 quelle sottoposte all’obbligo di firma tra cui due donne

 

FOGGIA Un maxiblitz per fronteggiare la mafia garganica. Estorsioni ai danni di commercianti del Gargano, ma anche detenzione e porto illegale di armi, e spaccio di sostanze stupefacenti. Sono le accuse a vario titolo per le 26 persone arrestate all’alba di questa mattina dagli agenti della squadra mobile di Foggia e Bari, dal commissariato di Manfredonia e dal Servizio centrale operativo, che hanno sgominato esponenti di spicco della criminalità garganica operante nei territori di Manfredonia, Mattinata e Vieste. Dopo le operazioni “Medioevo” e “Rinascimento”, ecco il blitz “Età Moderna”, Dopo l’arresto del boss Giuseppe Pacilli e dei suoi fiancheggiatori, questa mattina le manette sono scattate per Mario Luciano Romito, boss dell’omonima famiglia manfredoniana e tornato al potere dopo la frattura col clan dei “Montanari”, la famiglia Li Bergolis di Monte Sant’Angelo. Gli altri arrestati fanno parte del suo sodalizio e sono accusati di aver messo a segno diverse estorsioni ad imprenditori locali, di aver illegalmente detenuto e ceduto sostanze stupefacenti e di aver illegalmente detenuto e portato in pubblico armi. Dal blitz odierno sono emersi i collegamenti tra la mala organizzata manfredoniana e quelle di Vieste e Mattinata, soprattutto per quel che riguarda il traffico di droga. Numerose le estorsioni ai danni di imprenditori locali. Alle vittime gli inquirenti inviavano lettere minatorie contenenti anche cartucce di pistole e fucili. In altri casi, come evidenziamo le immagini della polizia, le vittime subivano il danneggiamento delle loro attività commerciali. 
Finiscono in carcere Giuseppe Della Malva, 49enne di Vieste, Giovanni Falcone, 48enne di Mattinata, Pio Francesco Gentile, 45enne di San Giovanni Rotondo, Giuseppe Germinelli, 46enne di Vieste, Francesco Notarangelo, 48enne di Manfredonia, Giuseppe Pecorelli, 36enne di San Giovanni Rotondo, Andrea Quitadamo, 24enne di Manfredonia, Antonio Quitadamo, 38enne di Manfredonia, Mario Luciano Romito, 46enne di Mattinata, Vincenzo Vescera, 29enne di San Giovanni Rotondo, Felice Zillo, 35enne di Vieste.
Domiciliari per Antonio Alfarano, 46enne di Foggia, Pasquale Colangelo, 47enne nato a Haine Saint Paul in Belgio, Antonio Iannoli, 23enne di Foggia, Giulio Quitadamo, 31enne di San Giovanni Rotondo, Ervin Shima, 33enne nato a Tirana in Albania e Silvio Stramacchia, 25enne di Manfredonia. Sottoposti all’obbligo di firma nove persone tra cui due donne. Quattro le persone che non sono state ancora catturate.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+