Foggia, centinai di dipendenti a tempo pieno al comune

Foggia, centinai di dipendenti a tempo pieno al comune

Foggia – «Finalmente, dopo anni di attesa, l’Amministrazione comunale ha operativamente e concretamente avviato a soluzione lo storico stallo che riguardava la trasformazione dei contratti da part time in full time per centinaia di dipendenti del Comune. Un’esigenza avvertita ormai da tempo ed a cui, oggi, abbiamo fornito una prima risposta, provando, attraverso questo provvedimento, anche a contenere gli effetti negativi determinati dal divieto di assunzioni contenuto tra i vincoli del “Decreto Salva Enti” e dai sempre maggiori pensionamenti». È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alla deliberazione adottata questa mattina dalla Giunta comunale, su proposta dell’assessore con delega alle Risorse Umane, Claudia Lioia, con la quale è stato adottato il Piano per il fabbisogno di personale del Comune per il triennio 2018-2020.

«La deliberazione adottata questa mattina dall’esecutivo comunale viene incontro ad una serie di esigenze: cominciare a risolvere positivamente la situazione vissuta da centinaia di dipendenti in possesso di un contratto di lavoro part time, tamponare la crisi di personale vissuta dal Comune e rimuovere i tanti contenziosi milionari esistenti in questo campo – dichiara il sindaco di Foggia –. Un grazie va agli assessori alle Risorse Umane e all’Avvocatura, Claudia Lioia e Sergio Cangelli, che hanno affrontato con attenzione e puntualità un tema delicato ed importante, coadiuvati dalla struttura tecnica».

La trasformazione contrattuale contenuta nella deliberazione adottata dalla Giunta comunale interesserà in questa prima fase 59 dipendenti, tra agenti della Polizia Locale ed ufficiali amministrativi. Un passaggio con un differenziale economico per le casse comunali stimato in circa 430mila euro al termine del triennio, a fronte dei contenziosi per diversi milioni di euro che si punta ad abbattere.

«Il provvedimento che abbiamo preparato ed adottato è un atto di giustizia nei confronti di quei dipendenti comunali che legittimamente da anni invocavano la trasformazione del proprio contratto – spiega l’assessore Claudia Lioia –. Naturalmente questo primo passaggio avverrà in piena conformità con le prescrizioni indicate dal “Decreto Salva Enti” e, sempre in questo solco, nei prossimi anni, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, si procederà alla trasformazione contrattuale per la restante parte dei dipendenti in part time. In questo modo contiamo di poter operare una migliore organizzazione del personale, cercando di controbilanciare, nei limiti del possibile, da un lato il divieto di assunzioni e dall’altro i pensionamenti che progressivamente si susseguono. Fattori che evidentemente incidono sull’efficienza della macchina amministrativa e, di conseguenza, sulla qualità dei servizi erogati alla nostra comunità».

«Da questo momento il Servizio Avvocatura si attiverà al fine di definire rapidamente la risoluzione dei contenziosi in atto, rispondendo in modo virtuoso ad una precisa indicazione formulata dalla Corte dei Conti – aggiunge l’assessore Sergio Cangelli –. L’abbattimento di un contenzioso così significativo è infatti un atto particolarmente rilevante nell’ottica del risanamento finanziario che l’Amministrazione comunale sta portando avanti. Siamo fiduciosi che i dipendenti sapranno dimostrare senso di responsabilità, in coerenza con quanto emerso nelle diverse riunioni che abbiamo tenuto in questi mesi con le organizzazioni sindacali».