Foggia, detenuto aggredisce con pugni un agente penitenziario e lo manda in ospedale

Foggia, detenuto aggredisce con pugni un agente penitenziario e lo manda in ospedale

FOGGIA – Nel pomeriggio di giovedì primo giugno, verso le 14, nella casa circondariale di Foggia si è consumata una nuova aggressione ai danni di un agente della polizia penitenziaria ad opera del detenuto Nico Giuseppe Calzolaio (1984). Il detenuto, ubicato al vecchio giudiziario dove è ristretta una popolazione di circa 260 reclusi, era in cella insieme ad altri detenuti che non hanno preso parte all’aggressione. L’agente Antonio D’Onofrio è stato aggredito con pugni e trasportato all’Ospedale Riuniti di Foggia, riportando delle lesioni a causa dell’aggressione subita.

“A Foggia la polizia penitenziaria – denuncia Cosp – sarebbe in organico di circa 290 unità con 15 agenti in posizione di distacco di cui circa 43 unità sarebbero distaccati al Reparto Nucleo Traduzione e Piantonamenti, una sottodimensione numerica stratosferica pari a 100 unità, 80 uomini e 10 donne”.

Infine il sindacato Cosp di polizia penitenziaria dichiara: “Esprimiamo la nostra solidarietà all’agente ferito ed auspichiamo sanzioni penali e disciplinari a carico del recluso ribelle”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display