Foggia, droga e furti d’auto: 21 arresti

Foggia, droga e furti d’auto: 21 arresti

FOGGIA – Blitz dei carabinieri del comando provinciale di Foggia che questa mattina, alle prime luci dell’alba, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale su richiesta della Procura della Repubblica di Foggia, nei confronti di 21 persone responsabili a vario titolo di spaccio di sostanze stupefacenti – marijuana e cocaina, furti di autovetture e ricettazione.
Dalle indagini dell’inchiesta, denominata “New green generation”, è emerso che le attività di spaccio si concentravano nei comuni di San Severo, Chieuti, Serracapriola e San Nicandro Garganico mentre i furti di autovetture tra i comuni di San Severo e Termoli.
In particolare la marijuana veniva prodotta da Pietro Folla nelle piantagioni presenti in alcuni terreni di sua proprietà, ubicati tra San Nicandro Garganico e Chieuti. Era lo stesso Folla che curava la coltura illecita che poi veniva smerciata all’ingrosso soprattutto da Antonio Altieri e da un altro indagato ancora da catturare. Altieri gestiva poi in prima persona un gruppo di giovani pusher alle sue dipendenze che si occupavano di vendere la droga al dettaglio soprattutto nel territorio del comune di San Nicandro Garganico. Il tutto per un volume d’affari pari a circa 2mila euro alla settimana. Le investigazioni hanno permesso anche di svelare una fiorente attività di spaccio di cocaina che avveniva nel quartiere San Berardino di San Severo praticata da Angelo Marinelli, Luciano Marinelli, Ruggero Bergantino ed un quarto soggetto ancora in libertà.
Sono stati inoltre accertati un furto e tre tentati furti di autovetture attribuiti ad Antonio Altieri, Marco Canova e Gianpaolo Di Lella, finalizzati a compiere rapine, di cui una in particolare progettata presso un negozio di tabacchi, però mai portate a compimento.
L’unico furto compiuto di autovettura è avvenuto a Termoli nel febbraio 2014, ma i carabinieri sono riusciti il giorno dopo a rinvenire la stessa, già portata a San Nicandro Garganico dai malviventi, e restituirla al proprietario.
Ad un indagato, Nazario Antonio Ciavarella, è contestato anche il reato di detenzione e porto abusivo di armi. Infine, nel contesto dell’operazione di esecuzione delle misure cautelari, a seguito di perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti nella disponibilità Angelo Di Pardo, circa 100 grammi di marijuana, occultati in varie stanze della sua abitazione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display