Foggia, edilizia: ok all’alienazione del patrimonio

La decisione è stata assunta dalla giunta comunale, su proposta del sindaco Franco Landella

Il sindaco Franco Landella

Il sindaco Franco Landella

FOGGIA – Via libera dal Comune di Foggia alle procedure per l’alienazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica. La decisione è stata assunta dalla giunta comunale, su proposta del sindaco Franco Landella, da un lato al fine di rispettare le disposizioni di legge e dall’altro nell’ottica dell’ottenimento di una razionalizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica ed una riduzione degli oneri a carico dell’Ente di Palazzo di Città. «Si tratta di un passaggio particolarmente rilevante, per il merito del provvedimento adottato dalla giunta e per la procedura che il Servizio politiche abitative si prepara a mettere in campo – spiega il sindaco di Foggia.
Il piano di lavoro elaborato dal Servizio politiche abitative si sviluppa in due fasi: la prima consiste nella predisposizione dell’elenco dei beni di edilizia residenziali pubblica di proprietà del Comune, nella mappatura georeferenziata degli immobili, nella predisposizione dell’elenco degli assegnatari, nell’aggiornamento delle rendite catastali di ciascuna unità abitativa e nella predisposizione degli atti amministrativi propedeutici all’esame da parte dell’Assemblea consiliare; la seconda fase del piano di lavoro, prevede invece la predisposizione degli atti di notifica agli assegnatari del prezzo di vendita e delle altre condizioni alle quali la compravendita dovrà essere conclusa, le notifiche degli atti, l’accoglimento dell’accettazione dell’acquisto e la predisposizione degli atti per la contrattualizzazione della cessione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+