Foggia, estorce denaro alla nonna e allo zio: arrestato

I soldi servivano per acquistare alcool e sigarette, numerosi gli episodi registrati

 

 

FOGGIA – Percosse, offese e violenze nei loro confronti (calci e pugni) nonostante l’età avanzata della nonna, 84 anni  e l’invalidità dello zio con continue pretese di denaro per l’acquisto di alcool e sigarette. Qualora non soddisfatte scattavano violente reazioni. Per maltrattamenti in famiglia, lesioni aggravate ed estorsione, gli agenti della squadra mobile di Foggia hanno arrestato Adriano Russo, 31enne. Il giovane, in una condizione psicologica particolare, ha sempre avuto nei confronti delle vittime un comportamento violento aggravato dalla continua pretesa di denaro. Quando il nipote tornava a casa, le due vittime si rifugiavano in un box fino a quando il 31enne  non veniva ricoverato in ospedale. I comportamenti violenti del nipote si manifestavano con percosse, offese e violenze nei loro confronti, nonostante l’età avanzata della nonna  e l’invalidità dello zio con continue pretese di denaro per l’acquisto di alcool e sigarette, e qualora non soddisfatte,scatenavano in lui le violenti reazioni. Nel mirino di Russo anche il nonno, quando questi era ancora vivo. 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+