Foggia, eternit a Tratturo Camporeale: problema irrisolto

Non ci sono uomini e risorse economiche, l’incredulità del movimento “Nuova voce”

 alfonsofiore

FOGGIA – “L’eternit costa molto di più della salute e della vita dei cittadini?”. Se lo chiede Alfonso Fiore, presidente del movimento “Nuova voce”, “Il Comune non  ha ne uomini ne risorse economiche per affrontare i lavori di rimozione dell’eternit a Tratturo Camporeale perché costano troppo” è la risposta ricevuta dall’assessore all’Ambiente del Comune di Foggia, Pasquale Russo, “in merito alle nostre continue denunce per la presenza di materiale di risulta, che giace abbandonato in più punti del tratturo nonché altamente nocivo per la salute dei residenti”. Il tira e molla dell’assessore è iniziato mesi fa quando Russo aveva dichiarato che “nella nostra città non è presente nessuna ditta specializzata nel settore, la più vicina è a San Ferdinando di Puglia e questa distanza aumenterebbe ancor di più la spesa”. “Ne abbiamo avute tante di spiegazioni ogni volta diverse – continua il Movimento Nuova Voce – vorremmo cercare solo di averne una valida. Siccome l’assessore ha dichiarato di sapere benissimo quanto sia grave la presenza dell’Eternit, in quanto lui stesso è un medico, la situazione dovrebbe essere risolta ancora prima”.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+