Foggia, “Ghetto dei bulgari” abbandonato: la denuncia di Alternativa Libera e Idv

Foggia, “Ghetto dei bulgari” abbandonato: la denuncia di Alternativa Libera e Idv

FOGGIA – “Rifiuti ovunque e di qualunque tipo, questo è quello che si presenta a chi entra nella baraccopoli denominata ghetto dei bulgari”, dichiarano Alternativa Libera Foggia e Italia dei Valori, che proseguono: “Pur essendo lunedì mattina, quindi giornata scolastica, i bambini sono tutti nel campo nonostante i buoni propositi delle istituzioni di salvaguardare i diritti di quei minori che continuano a vivere tra i rifiuti. L’unica azione intrapresa dal Comune della quale siamo a conoscenza è di sospendere l’inutile corsa dello scuola bus che da Foggia andava al ghetto, un evidente segno di resa al volere dei genitori che perseverano all’inosservanza dell’obbligo alla scolarizzazione”.
Alternativa Libera Foggia e Italia dei valori sottolineano, inoltre, che “nonostante l’ordinanza del 9 febbraio con la quale il sindaco ordinava lo sgombero del sito in 10 giorni, non solo non si è provveduto a farla rispettare, ma la popolazione all’interno del ghetto sta aumentando per l’arrivo dei lavoratori stagionali”, ritenendo “paradossale l’installazione da parte del Comune di un container per la raccolta dei rifiuti che pare non sia mai stato svuotato”.
Infine concludono facendo notare che “l’amianto sfaldato indicato nella relazione del 31 gennaio di Arpa Puglia non è stato rimosso o messo in sicurezza” e che “a tal proposito i consiglieri comunali Rizzi e Sciagura hanno presentato un interrogazione al Sindaco e agli assessori competenti per comprendere come mai in questi mesi il Comune non ha intrapreso nessuna azione a tutela della salute pubblica e dei minori”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+