Foggia, gioco d’azzardo: Mongelli dice no

Il sindaco è il primo firmatario foggiano della proposta di legge di iniziativa popolare per il divieto

 azzardo

FOGGIA – Il sindaco Gianni Mongelli è il primo firmatario foggiano della proposta di legge di iniziativa popolare per il divieto del gioco d’azzardo, avanzata dall’Idv e depositata presso la segreteria generale del Comune a disposizione di quanti volessero sottoscriverla. La proposta mira all’abolizione di tutti i giochi con puntata di denaro, ad eccezione del Lotto, delle lotterie e delle scommesse sugli eventi sportivi e qualifica come delitto, punibile penalmente, la promozione e l’esercizio del gioco d’azzardo. “Un problema serio – evidenzia Mongleli – che ha indotto un gruppo di consiglieri regionali, tra i quali i foggiani Pino Lonigro e Anna Nuzziello, a presentare una proposta di legge per l’adozione di specifiche misure di prevenzione, trattamento terapeutico e recupero sociale dei soggetti affetti da sindrome da gioco d’azzardo patologico, a cui va tutto il mio sostegno personale e istituzionale. Il mio auspicio è che siano davvero tanti i foggiani a firmare la proposta di legge di iniziativa popolare così da convincere il Parlamento ad occuparsi seriamente di una vera e propria questione sociale, resa ancor più grave dai sempre più consistenti interessi della criminalità organizzata”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+