Foggia, i “consigli” dell’Adoc per evitare le truffe a domicilio o via telefono

Foggia, i “consigli” dell’Adoc per evitare le truffe a domicilio o via telefono

FOGGIA – L’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori (Adoc) foggiana, a seguito dei recenti casi di truffe, raccomanda di fare attenzione a chiuque si presenti a casa e chiede di seguire una serie di consigli per evitare brutte sorprese.
“I recenti casi di cronaca  – dichiata l’Adoc di Foggia – dimostrano che bisogna tenere ben alta la soglia di guardia. Dobbiamo ricordare che il Comune, così come Amgas, inviano delle raccomandate per anticipare la visita a domicilio dei propri dipendenti”.
L’Adoc Foggia elenca poi una serie di istruzioni per evitare i tentativi di truffa: “Diffidare di qualsiasi persona si presenti senza preavviso affisso preventivamente presso la bacheca condominiale e mai aprire completamente la porta. In tutti i casi l’utente ha il diritto di pretendere l’esibizione del tesserino di riconoscimento”.
Altro fronte caldo quello delle truffe via telefono: “La prima accortezza è quella di stare attenti a come si risponde al telefono – sottolinea l’Associazione foggiana -. Un “si” è sufficiente per cambiare gestore ed essere truffati sulle proprie bollette di gas ed energia. Il meccanismo della truffa è molto semplice: basta che il consumatore fornisca gli estremi di una sola fattura e il gioco è fatto. Lo scopo è quello di ottenere i numeri dei codici pod e pdr, necessari ai fini del passaggio di gestore. Il consumatore deve, al fine di tutelarsi, chiedere alla società di identificarsi esplicitamente per avere la certezza di parlare con il proprio gestore e deve astenersi, sempre, dal fornire i codici Pod e Pdr. Se invece è stato attivato un contratto di cambio gestore mai richiesto bisogna, quanto prima, disconoscere tale fittizia attivazione. Occorre fare molta attenzione anche alle varie offerte delle compagnie telefoniche o agli sms inviati dal gestore (Tim, La3, Wind, Vodafone, ecc) sul vostro smartphone. Prima di attivare nuovi servizi, cercate di prendere tempo e di capire se comportano costi aggiuntivi”.
In sintesi, ecco la lista  di consigli pratici messa a punto da Adoc Foggia, dal responsabile Enzo Pizzolo: non aprire la porta ad agenti che propongono contratti o si fingono addetti alla manutenzione, se non da voi contattati; non firmare nessun modulo che vi viene proposto se non dopo averlo letto attentamente ed aver fatto attenzione all’intestazione; non fornire i vostri dati, i dati del vostro contatore e non mostrate le vostre bollette; segnalare alle forze dell’ordine comportamenti truffaldini da parte di incaricati commerciali.
In tutti i casi, per ulteriori informazioni, i consumatori posso rivolgersi al personale dello sportello dell’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori, in Via Fiume, 38-40 a Foggia, ogni giorno dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+