Foggia, in carcere killer di Capodanno

Condannato a 16 anni e 2 mesi di carcere, arrestato a Pietrelcina

 

 

 

BENEVENTO – Durante un litigio avvvenuto la notte di Capodanno del 2010 e proseguito un paio di giorni dopo commise un omicidio per il quale è stato condannato a 16 anni e due mesi di carcere. Protagonista il 23enne Alessandro Scrocco, arrestato dai carabinieri di Pietrelcina (il paese che diede i natali a Padre Pio), in provincia di Benevento, dove abita ed è stato raggiunto da un provvedimento della Procura della repubblica presso il Tribunale di Foggia.
I fatti risalgono al 2010: durante la notte di Capodanno Scrocco festeggiò sparando per strada con un fucile a canne mozze: alcuni proiettili finirono sullautovettura e sul portone di ingresso dell’abitazione di Giuseppe Speranza, foggiano di 29 anni. Scoppiò un litigio proseguito il 2 gennaio, quando Scrocco, dopo avere raggiunto il rivale al rione “Candelaro”, gli esplose contro alcuni colpi di pistola. Di lì a poco Speranza morì e il killer arrestato, processato e condannato a 16 anni e 2 mesi carcere. La Cassazione haora  respinto il suo ricorso e la sentenza è diventata definitiva. Scrocco è stato arrestato e trasferito nella casa circondariale di Benevento.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+