Foggia, “L’Italia, la Puglia e la Grande Guerra” in un convegno di studi

Foggia, “L’Italia, la Puglia e la Grande Guerra” in un convegno di studi

FOGGIA – L’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, comitato di Foggia e Bari, e la Biblioteca Provinciale “La Magna Capitana”, in collaborazione con il Centro Ricerche di Storia Religiosa in Puglia, organizzano il Convegno di studi: “L’Italia, la Puglia e la Grande Guerra” che si svolgerà giovedì 30 marzo a partire dalle 10.
Il Convegno, ad ingresso libero, sarà diviso in due momenti: la mattina, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose e degli studenti delle scuole del territorio che aderiscono all’iniziativa di formazione e il pomeriggio, alla presenza di chiunque voglia partecipare alla manifestazione culturale.
Relatori della manifestazione saranno tutti gli autori che nel volume L’Italia, la Puglia e la Grande Guerra (Atti del Convegno nazionale di Bari – Università degli Studi Aldo Moro, 3-5 giugno 2015), a cura di Dora Donofrio Del Vecchio e Giuseppe Poli hanno trattato argomenti relativi alla Capitanata di quegli anni.
Il volume raccoglie i contributi di oltre cinquanta studiosi che hanno esaminato ogni aspetto storico, sociale, culturale e religioso della Prima guerra mondiale in Puglia, con un occhio rivolto al più complessivo quadro storico-sociale italiano dell’epoca. Il lavoro si sviluppa in nove distinte sezioni “L’Europa, l’Italia e la Grande Guerra”, “Una periferia e la guerra: la Puglia”, “Patrioti ed eroi pugliesi”, “La Chiesa pugliese e la Grande guerra”, “Il racconto della guerra e la voce dalle trincee”, “Malattie, sanità e assistenza”, “Organizzazione militare e società”, “Echi e ripercussioni della guerra”, “Le testimonianze: monumenti ai Caduti e Parchi della Rimembranza”. L’iniziativa è accreditata quale progetto rientrante nel Programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+