Foggia, lupo investito sulla statale 89

L’esemplare è stato trovato privo di vita all’altezza di Monte Aquilone da attivisti della Lipu

 FOGGIA – Rinvenuto un esemplare di lupo sulla SS89 Foggia – Manfredonia. L’esemplare (canis lupus italicus) è stato trovato privo di vita all’altezza di Monte Aquilone da attivisti della Lipu (Lega italiana protezione uccelli).

Esemplare di canis lupus italicus

Esemplare di canis lupus italicus

«Il sito del rinvenimento– afferma Enzo Cripezzi della Lipu -rappresentaun grave fattore di rischio per la fauna selvatica, come testimoniato dai resti di altri rinvenimenti (rettili, ricci, tassi,giovani uccelli, ecc). In quel punto la statale 89 interseca aree a maggiore naturalità che inducono gli animali a concentrare in quella zona gli attraversamenti della strada».

Il ritrovamento rimarca la notevole capacità di spostamento diquesto predatore, cheda diversi anni è presente sul Gargano utilizzando ampi territoriper le sue necessità vitali. Infatti, simili episodi denotano comenon sia sufficiente l’istituzione di aree protette se rimangono “isole” assediate dall’abuso del territorio.

Rete stradale, incontinenza edilizia e industriale, proliferazione di opere energetiche, consumano sempre di più il territorio rurale riducendo e degradando lo spazio per la vita selvatica. «E’ per questo– aggiunge Cripezzi -che occorre puntare su una “rete ecologica”, per favorire la interconnessione degli ambienti residui e quindi la sopravvivenza della Natura. Ed è per questo che interveniamo anche nell’ambito di tanti procedimenti di valutazione ambientale per opere che aggraverebbero il degrado territoriale»

Con non poche difficoltà,gli attivisti della Lipu hanno recuperato la carcassa del lupo conferendola all’Istituto zooprofilattico di Foggia per le analisi del caso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display