Foggia, operazione “Syriana”: altri sei fermati

Sequestrati dodici quintali di rame rubati dalle linee elettriche dell’Enel

 rumram

FOGGIA – Terzo atto dell’operazione “Syriana”: gli agenti della squadra mobile di Foggia e della polizia provinciale, in collaborazione con la polizia stradale, hanno sequestrato dodici quintali di rame rubati dalle linee elettriche e sottoposto a fermo di polizia giudiziaria sei rumeni. La banda era dedita alla ricettazione di cavi in rame, rubati dalle linee dell’Enel. A finire in manette Florin Fudulu, 25enne, Mihai Cristinel, 40enne, Florin Predescu, 24enne, Tiberiu Vladut Florea, 22enne Eugen Predescu, 52enne e Ionut Cristian Stenescu, 19enne. Da tempo gli investigatori avevano controllato l’azienda agricola, tra le campagne di Orta Nova e Foggia, utilizzata come base logistica degli indagati. Gli investigatori sono intervenuti mentre il gruppo stava rientrando alla base dopo l’ennesimo furto di cavi in rame messo a segno nelle campagne del territorio provinciale. Florin Fudulu, era già stato coinvolto in un’associazione a delinquere finalizzata ai furti di rame scoperta dagli agenti della squadra mobile con l’operazione “Cuprum”. Negli ultimi venti giorni sono stati sequestrati oltre 200 quintali di rame e arrestate 13 persone. Da segnalare che i furti di rame in provincia di Foggia sono diminuiti di circa il 60%.

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+