Foggia, Parco San Felice: degrado senza fine

I comitati Gente di Foggia e Comparto Biccari denunciano il mancato intervento dell’Amministrazione comunale

 

 

FOGGIA – Parco San Felice: degrado senza fine. A più di un mese dalla consegna della petizione sottoscritta da 2mila foggiani, i comitati Gente di Foggia e Comparto Biccari evidenziano che nulla ancora è stato fatto dall’Amministrazione comunale per risolvere le problematiche segnalate attraverso la raccolta firme promossa lo scorso marzo. “All’interno dell’Auditorium – denunciano Salvatore De Martino e Antonello Abbattista – ci sono ancora rifiuti e siringhe, l’illuminazione pubblica all’interno del parco non è stata ancora ripristinata e il campo di calcetto non ancora messo in sicurezza. Evidente, dunque, il disinteresse mostrato nei confronti di queste problematiche mentre il tempo scorre inesorabile verso l’inizio della stagione estiva. Sollecitiamo, dunque, tanto il Comune di Foggia quanto l’Amiu a fornire risposte immediate specialmente per quel che concerne la bonifica e la messa in sicurezza dell’auditorium poiché è inaccettabile rimanere inermi di fronte a una vera e propria vergogna, nonché evidente fonte di pericoli, soprattutto per i bambini e le famiglie che frequentano Parco San Felice”.
De Martino e Abbattista concludono evidenziando “il positivo fermento civico che si sta muovendo intorno a Parco San Felice. Associazioni, movimenti e gruppi di cittadini volenterosi stanno unendosi per promuovere iniziative che possano rilanciare il più importante polmone verde di Foggia. Perché oltre al superamento dell’emergenza deve esserci una visione futura di quello che è un bene della nostra Comunità e che deve assolutamente tornare a nuova vita in tempi rapidi”.

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+