Foggia, Parco San Felice, solo promesse

Ben poco è stato fatto, denuncia del Comitato civico Gente di Foggia e del Comitato Zona 167

 

 

FOGGIA – Parco San Felice è ancora una zona degradata e quasi nulla è stato fatto per renderla fruibile in tempo per la stagione estiva. La denuncia arriva dal Comitato civico Gente di Foggia e dal Comitato Zona 167, “Nonostante le precise richieste giunte da ben 2mila cittadini, che hanno firmato nella scorsa primavera la petizione “Ridiamo dignità a Parco San Felice”, petizione consegnata nelle mani del sindaco Gianni Mongelli. “Sono anni che il parco è in condizioni invivibili  – affermano il presidente del Comitato civico Gente di Foggia, Salvatore de Martino e il coordinatore del Comitato di quartiere Comparto Biccari, Antonello Abbattista –  a causa della carente illuminazione che non consente alle famiglie di poterlo utilizzare in sicurezza. In questi anni tanti proclami, ma nulla di concreto è stato fatto dall’Amministrazione comunale”.  Oltre alla pulizia ben poco è stato fatto per rendere il principale polmone verde della città vivibile. “Quanto ancora dovremo attendere per avere delle risposte in modo da assicurare ai cittadini foggiani un Parco San Felice verde, illuminato e sicuro e non un Far West buio e invivibile?”, concludono De Martino e Abbatista.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+