Foggia, Pdl: Santoro replica al neo indipendente La Torre

Il coordinatore cittadino: “L’unica prassi adottata nelle scelte assunte è stata quella del coinvolgimento e della partecipazione”

MANFREDONIA – Da pochi giorni il consigliere Giuseppe La Torre ha lasciato il Pdl e il suo gruppo consiliare al Comune di Manfredonia, dichiarandosi indipendente. Non si è fatta attendere la replica del Pdl. “Da coordinatore – evidenzia Francesco Santoro – posso affermare che l’unica prassi adottata nelle scelte assunte è stata quella del coinvolgimento e della partecipazione, privilegiando sempre la collegialità e la trasparenza e, non da ultimo, come nel caso di Giuseppe La Torre, il consenso elettorale, pur non considerando detto requisito elemento preminente  per la valutazione della competenza e del merito di un rappresentante politico. E’ su questo solco che la carriera politica di Giuseppe La Torre, all’interno del Pdl, si è arricchita di ruoli e incarichi di primo piano. Sono convinto, allora, che la decisione presa da Giuseppe la Torre discenda più da una sua voglia di sperimentare altri lidi e altri percorsi e che le critiche da lui mosse, permeate da un odore acre di dietrologia,  non possono appartenere ad un politico e ad un amministratore navigato come lui”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+