Foggia, tra le polemiche il consiglio approva variazioni di bilancio

Foggia, tra le polemiche il consiglio approva variazioni di bilancio

Foggia – Si è svolto in un clima ad alta tensione, tra polemiche e dissapori interni alla maggioranza, il difficile consiglio comunale che ha approvato la variazione di bilancio, la riadozione della variante di recupero degli insediamenti abusivi in zona Salice, l’atto costitutivo e lo Statuto dell’Associazione del Distretto Diffuso del Commercio del Comune di Foggia. Duro l’intervento del sindaco Franco Landella che, rinvigorito da alcuni successi riportati a livello nazionale e regionale (si pensi al programma sulle periferie e a quello sull’allungamento della pista ciclabile) ha puntato il dito contro i danni provocati dalle passate amministrazioni ed è intervenuto sui malumori all’interno della sua coalizione: “Se abbiamo vinto è grazie a chi come me non si è svenduto ed è rimasto in Forza Italia con rigore ideologico. Non accetto lezioncine da chi ha distrutto questa città”. Aggiunge inoltre che “vorremmo poter fare di più per la nostra comunità, anche se l’abbiamo tenuta al riparo dall’aumento della pressione fiscale, infatti dal momento del nostro insediamento non è cresciuta di un solo centesimo di euro. Motivo per il quale lo sforzo ed i sacrifici che stiamo compiendo per risanare la situazione finanziaria, per assicurare i servizi, per confermare attenzione ed impegno nei confronti di chi è in difficoltà e per pianificare il futuro della città in termini di opere pubbliche e di programmazione rappresentano un’inversione di tendenza importante rispetto a quanto accaduto nel passato”. Entrando nel merito delle decisioni prese, è stato riconosciuto ad Ataf SpA un adeguamento inflattivo di 300mila euro ed è stato aumentato di 1 milione e mezzo di euro lo stanziamento destinato alla manutenzione stradale. La manovra consente, inoltre, di aumentare la dotazione finanziaria destinata alla manutenzione degli immobili comunali, all’acquisto di libri per gli alunni delle scuole elementari, alla fornitura gratuita e semigratuita di libri di testo alle famiglie meno abbienti ed agli interventi rivolti all’integrazione degli alunni diversamente abili. Significativo anche l’ammontare degli stanziamenti nel campo delle politiche sociali: 700mila euro per i buoni servizio per anziani e disabili, 442mila euro per la non autosufficienza, 479mila euro per il fondo globale socio-assistenziale, 553mila euro per il fondo nazionale delle politiche sociali. Il Consiglio comunale ha provveduto ad approvare la riadozione della variante urbanistica di recupero degli insediamenti abusivi in zona Salice. Infine ha approvato l’atto costitutivo e lo Statuto dell’Associazione del Distretto Diffuso del Commercio del Comune di Foggia.