Foggia, quattro denunce per furto nel pomeriggio: due minorenni

Foggia, quattro denunce per furto nel pomeriggio: due minorenni

Foggia – Tre denunce per furto aggravato in concorso e una per favoreggiamento personale e simulazione di reato. E’ il risultato di un immediato intervento della Polizia di Stato e dei carabinieri.

Si tratta di G.M.A., classe 1993, S.G., classe 2002 e L.L.A., classe 2001 e P.M., classe 1984.

Nel primo pomeriggio gli equipaggi della Polizia di Stato, su richiesta della centrale operativa per una segnalazione di furto, sono intervenuti in via Mazzini presso l’attività commerciale denominata “Aprile”. I poliziotti hanno notato che la serranda dell’attività era stata forzata e, contestualmente, hanno visto due persone darsi ad una fuga precipitosa. Uno di questi mentre veniva inseguito e bloccato da una pattuglia dei Carabinieri: in un borsello sono stati trovati due pacchi contenenti cinque stecche di gomme da masticare ed altre due sfuse prelevate nell’attività commerciale.

Nel frattempo gli agenti della volanti hanno notato una persona che si nascondeva in un cortile e hanno visto che dalla finestra di un appartamento si intravedeva  la sagoma di una persona intenta a osservare. Entrati nell’abitazione, risultata poi essere del pluripregiudicato P.M, hanno trovato S.G. nel letto sotto le coperte, completamente vestito con indosso  scarpe e giubbotto. Il proprietario di casa ha riferito di non sapere nulla dei motivi per i quali S.G. si trovasse nel suo letto e che si era introdotto in casa sua in maniera fraudolenta. Sul balcone dell’abitazione sono stati rinvenuti e sequestrati due cacciavite utilizzati per il furto e, in un vicino cassonetto della nettezza urbana, otto scatoloni contenenti prodotti per l’igiene della casa, riconosciuti dal proprietario dell’attività come merce propria;  sotto un’autovettura parcheggiata è stato, inoltre, rinvenuto un computer.

Successivamente, gli Agenti hanno rintracciato anche un altro complice, nei pressi della propria abitazione. I due minori sono stati affidati ai genitori e denunciati in stato di libertà a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Bari. I due maggiorenni sono stati denunciati in stato di libertà a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

 

No Banner to display