Foggia, raddoppio ferroviario Bari-Napoli: in 37 rischiano il posto

Per il blocco dei lavori, la Filca Cisl lancia l’allarme e spera in una positiva soluzione della vertenza

 

FOGGIA – «A rischio numerosi lavoratori e una infrastruttura fondamentale per il territorio». La Filca Cisl lancia l’allarme per il blocco dei lavori per la realizzazione del raddoppio ferroviario per l’Alta Capacità Bari-Foggia-Napoli. La Filca Cisl auspica una rapida e positiva soluzione della vertenza. «Siamo preoccupati perché la società Rfi (Rete ferroviaria italiana) è intenzionata a rescindere il contratto con la “Rabbiosi spa”, impresa che sta effettuando le opere. Le 37  maestranze dirette della Rabbiosi sono a rischio e  potrebbero far aumentare la  lista dei disoccupati di questa provincia.  Se a questo si aggiunge il fatto che anche i lavoratori  in subappalto sono  ormai  fermi, ben si comprende la gravità della situazione dal punto vista occupazionale. Non possiamo permetterci che questo territorio perda ancora posti di lavoro come  non possiamo permetterci di mettere  in pericolo  la realizzazione di un’infrastruttura importante come questa». 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+