Foggia, rapinavano bar, tabaccherie e sale scommesse con pistole e fucili: due arresti

Foggia, rapinavano bar, tabaccherie e sale scommesse con pistole e fucili: due arresti

FOGGIA – Lunedi scorso i carabinieri hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di una coppia di fratelli di Foggia, Domenico (1994) e Marco (1997) Guerrieri.
Le misure sono state emesse dall’ufficio del Gip di Foggia sulla base di un’indagine avviata a seguito di due rapine, consumate in città con l’uso di armi  il 29 e il 31 gennaio dello scorso anno, rispettivamente ai danni di un bar con tabaccheria e di una sala scommesse, per le quali sono emerse chiare responsabilità dei due fratelli.
Il 29 gennaio del 2016 quattro individui, travisati con dei passamontagna, con addosso delle tute bianche da imbianchino e armati con fucili e pistole, avevano fatto irruzione nel bar Antonaccio di via Grecia facendosi consegnare dal titolare l’incasso della giornata e numerose stecche di sigarette, per poi fuggire a bordo di una Fiat Bravo, sulla quale avevano anche caricato un cambiamonete.
Appena due giorni dopo, il 31, gli stessi avevano messo a segno un altro colpo analogo, questa volta ai danni del  centro scommesse New Bet di via dell’Arcangelo Michele. Anche in questo caso i quattro, sempre con i passamontagna e armati con fucili e pistole, avevano fatto irruzione nel locale arraffando l’incasso della giornata, fuggendo ancora con una Fiat Bravo.
Le indagini, durate alcuni mesi e condotte attraverso articolate attività tecniche e servizi di osservazione e pedinamento, hanno permesso di accertare che Domenico e Marco Guerrieri hanno avuto un ruolo di assoluto rilievo nello stesso gruppo nel quale agiva Rocco Moretti figlio di Pasquale e nipote del più noto omonimo. Il Dna rinvenuto sugli indumenti appartenente ai due indagati, le analisi dei tabulati telefonici nonché le intercettazioni ambientali, hanno fatto emergere il ruolo di primo piano dei due fratelli. In particolare Guerrieri Marco è accusato di entrambe le rapine, mente Domenico è indagato per la prima rapina.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display