Foggia, Saurino torna a casa dopo sei anni e sarà “condannato a morte”

Foggia, Saurino torna a casa dopo sei anni e sarà “condannato a morte”

Foggia – Dopo sei anni di assenza, l’attore foggiano Gianmarco Saurino, torna a casa e si esibisce sul palco del Teatro dei Limoni. Sarà in scena, con il suo monologo “Condannato a morte. L’inchiesta”, dal 26 al 28 gennaio. Un ritorno al passato, dato che Gianmarco mosse i suoi primi passi proprio in questo Teatro. Dopo aver ottenuto la ribalta nazionale, con la partecipazione ad importanti fiction rai come “Che Dio ci aiuti”, “Studio Uno” e “Non dirlo al mio capo”, torna alla sua originaria passione: il teatro. “Condannato a morte. L’inchiesta” è un’esperienza di vita, più che uno spettacolo in senso stretto. Lo rappresentazione è tratta da “L’ultimo giorno di un condannato a morte”, pubblicato da Victor Hugo nel 1829, con l’adattamento e la regia di Davide Sacco. Il tema trattato è ancora attuale in molti paesi del mondo, ovvero la pena capitale. In una sorta di arena/aula di tribunale, l’attore Gianmarco Saurino, è in gabbia e scalpita per esprimere le sue ragioni contro quella di Stato e il senso comune di ‘giustizia’. Si è registrato il tutto esaurito per il weekend, infatti è stata aggiunta, successivamente, la data di domenica 28 gennaio.