Foggia, scuola: dopo la maturità buio totale

Denuncia di cinque dirigenti: impedito a centinaia di ragazzi l’ottenimento del titolo professionalizzante

 

FOGGIA –  Un nuovo “esercito” di studenti sta per affrontare gli esami di maturità. Ma da cinque dirigenti scolastici arriva una denuncia. “Nel momento peggiore per la nostra economia, e con dati a dir poco allarmanti sulla disoccupazione giovanile, la Provincia di Foggia e la Regione Puglia impediscono a centinaia di studenti della Capitanata di ottenere un titolo professionalizzante dopo il diploma di maturità, vera e propria chiave di accesso al mondo del lavoro”. I dirigenti scolastici degli istituti di istruzione secondaria coinvolti, “Einuadi -Grieco”, “Pascal” e “Giannone” di Foggia, “Olivetti” di Orta Nova e “Mattei” di Vieste, terranno un incontro giovedì 6 giugno, alle ore 10.30, presso l’Istituto “Einuadi – Grieco” in piazza Goppingen a Foggia.
“A seguito della pubblicazione dell’avviso pubblico dello scorso dicembre – si legge in una nota – inerente alla cosiddetta “Area professionalizzante”, che consente di avviare  un percorso post-obbligo per  l’ottenimento di numerose e importanti qualifiche professionali, alcune scuole di Capitanata hanno presentato dei validi progetti per permettere agli studenti di investire sul loro futuro. I progetti delle scuole, però, non hanno ottenuto il finanziamento richiesto per la mancanza di alcuni documenti forniti; l’Amministrazione, dal canto suo, così come previsto dalla normativa, non ha provveduto alla richiesta di integrazione degli stessi. Numerose anche le missive indirizzate a Regione e Provincia, tutte senza un benché minimo cenno di risposta”. 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+