Foggia, sequestrate due tonnellate di pesce

Foggia, sequestrate due tonnellate di pesce

FOGGIA – Circa 200 tonnellate di prodotti ittici sono stati posti sotto sequestro dai militari del Nucleo di polizia giudiziaria e delle dipendenti unità navali del Compartimento marittimo di Manfredonia nell’ambito della complessa operazione denominata “Tallone d’Achille”.
38 gli illeciti amministrativi accertati e 30 le violazioni penali. Tra i casi più frequenti la vendita di prodotti ittici privi di regolare etichettatura, le violazioni delle norme sulla rintracciabilità e detenzione di attrezzi non consentiti. Circa 40mila euro l’importo delle sanzioni amministrative pecuniarie comminate, la cui definizione è demandata per legge al Servizio contenzioso della Regione Puglia. Le attività operative condotte su scala nazionale, iniziate il 23 novembre scorso e terminate il 10 gennaio, sono state mirate soprattutto al controllo delle piattaforme logistiche di distribuzione e delle merci d’importazione per via marittima, al fine di prevenire “alla fonte” l’immissione nel circuito commerciale di alimenti non sicuri. I sequestri più ingenti sono avvenuti nella zona nord garganica e riguardano oltre 100 Kg di anguille, un quantitativo di conchiglioni di mare (Tonna Galea), sequestrato presso un commerciante per violazione alla Convenzione internazionale relativa alla conservazione della vita selvatica e dell’ambiente naturale.
Infine, nell’ambito di un controllo ad un ambulante in un paese del Subappennino dauno, lo stesso veniva deferito alla competente Autorità giudiziaria per comportamento minaccioso e oltraggioso nei confronti di personale dipendente.

No Banner to display