Foggia, trivelle e aeroporto: la protesta di Forza nuova

Esposto nella notte uno striscione nei pressi del liceo “Marconi”

 ginolisanotirv

FOGGIA – “Non le trivelle nel nostro mare, ma un aeroporto per decollare”: la notte scorsa i militanti di Forza nuova e Lotta studentesca hanno esposto nei pressi del liceo Scientifico “Marconi” uno striscione per manifestare “due battaglie sono fondamentali e strategiche per il nostro territorio, da un lato l’aeroporto fungerebbe da volano per collegare  tramite voli charter il turismo religioso di San Giovanni Rotondo e gli arrivi dei turisti sul Gargano, dall’altro sarebbero da scongiurare le trivellazioni in un mare chiuso come quello dell’Adriatico, queste porterebbero inquinamento e perdita di turisti, danni all’agricoltura, con nessuna ricaduta occupazionale sul territorio, l’esempio Basilicata ci dimostra quanto vero sia tutto questo”. “Settembre – chiude la nota – è il mese della ripresa dell’attività politico istituzionale il tempo delle chiacchiere è finito, è l’ora dei fatti, è tempo di volare da Foggia, è tempo di dire no alle trivellazioni”. 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+