Foggia, Udc: clima infuocato

Il segretario provinciale Cera attacca “certi personaggi”

FOGGIA – “Preferiamo fare a meno di personaggi ambigui che hanno utilizzato l’Unione di Centro solo a fini personali”. Non usa mezzi termini il segretario provinciale dell’Udc, on. Angelo Cera (nella foto), in merito “a chi ha cercato scientificamente di creare caos in concomitanza con la visita in Capitanata del senatore di Scelta Civica, Pierferdinando Casini, con l’intento di far apparire un quadro preoccupante all’interno dell’Udc, nonostante le scorse elezioni amministrative abbiano mostrato un partito vivo rispetto ai dati delle politiche”. Proprio a proposito della tornata nazionale elettorale dello scorso febbraio, il massimo esponente provinciale dello scudocrociato precisa che chi ha lasciato l’Udc “sono quelle stesse persone che, candidate nella lista dell’Unione di Centro, a Foggia città hanno fatto registrare un magrissimo risultato. Evidentemente questi signori sono privi di consenso popolare, ed hanno pensato di aderire all’Udc solo per ottenere ruoli politici negli enti comunali, pur di trattare a tutto campo posizioni personali fuori da ogni logica di partito”.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+