Foggia, un albergo come “tetto” per le famiglie sfrattate

Foggia, un albergo come “tetto” per le famiglie sfrattate

FOGGIA – Costerà 50mila euro alle casse del Comune la sistemazione provvisoria negli alberghi del capoluogo di 16 delle oltre 45 famiglie sfrattate attualmente bisognose. I nuclei familiari abiteranno gli immobili di proprietà del Comune di Foggia, tra cui le “piastre” in Viale Candelaro, e riceveranno un pasto caldo al giorno. Un’operazione non solo economicamente impegnativa ma che condizionerà anche lo spostamento di diverse associazioni nelle aule non utilizzate del plesso scolastico “Altamura De Amicis” di Via Petrucci. Sistemazioni che però non risultano attualmente disponibili in quanto occorre eseguire modifiche importanti ai locali individuati, quali la creazione dei servizi igienici, la separazione degli ambienti, gli allacci alle reti elettriche, idriche e del gas. Una decisione che si è resa necessaria per aiutare tali famiglie vista l’impossibilità dei soggetti interessati, tra cui minori e disabili, a provvedere autonomamente al soddisfacimento dei bisogni primari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

No Banner to display